it en

Famiglia

Introduzione

Nella società occidentale la visione di famiglia si è allontanata dal profilo classico che si era sviluppato durante il XIX e XX secolo. I mutamenti del mondo, del lavoro e la mercificazione della vita quotidiana, i cambiamenti legali e sociali sulle diversità sessuali, hanno modificato e diversificato il concetto di nucleo famigliare. Resta comunque il fatto che la famiglia rappresenta la principale agenzia di socializzazione, luogo naturale e fondante della società.

La complessità dei tempi che stiamo vivendo rende certamente più complesso il “fare famiglia”, ma molto importante può essere la sfida di riconoscere la sua capacità di resistenza, poiché la crisi che attraversa tutti gli ambiti della società contemporanea, ci chiede di cogliere, oltre alle conseguenze dirette e indirette sulla famiglia, la forza che in molti casi la contraddistingue e che si esprimere più efficacemente con il termine “resilienza” cioè l’attitudine e le potenzialità con le quali far fronte ad eventi critici e traumatici, riorganizzando la propria vita e adattandola alle difficoltà.

Il ruolo che la famiglia ricopre risulta essere insostituibile ed è ancora più evidente in questa situazione di recessione economica e di crisi occupazionale, nella quale ha saputo, con modalità differenti, diventare una vera e propria fonte e rete di solidarietà tra generazioni dedicandosi con particolare cura alle persone più deboli e vulnerabili.

L’educazione e la formazione dei figli rappresenta sicuramente la funzione più delicata ed impegnativa che le compete poiché essa costituisce lo spazio primario nel quale l’individuo nasce, cresce e apprende le prime regole del vivere sociale, impara a conciliare diritti e doveri, libertà e rispetto.

La famiglia però, risorsa estremamente preziosa per far fronte alla vita e alle difficoltà, vive sempre più frequentemente situazioni di crisi e difficoltà relazionali, che generano disagi e si riflettono sulla condizione giovanile, creando anche nella nostra realtà fenomeni preoccupanti. La stessa relazione di coppia presenta un dilagante e importante squilibrio che genera fenomeni di violenza tra le stesse mura domestiche.

La Comunità internazionale considera la famiglia come nucleo naturale e fondante della società, la identifica come sistema che pur orientata all’interno di rapporti familiari è sottoposta sotto molti aspetti a regole giuridiche, che hanno l’obiettivo di dare garanzia sociale attraverso diritti e doveri specifici come l’educazione, l’accudimento dei figli, l’assistenza ai membri anziani o con disabilità e tanti altri di non minore importanza. Proprio perché nucleo fondante della società ha diritto ad essere protetta e tutelata attraverso adeguate politiche sociali per supportarla nei disagi e nelle difficoltà in modo che riesca mediante un'assistenza specifica a riconquistare il suo ruolo nella collettività.

In quest'ottica la Comunità internazionale richiede agli stati membri di intraprendere politiche family friendly, in considerazione e nel rispetto di tutte le norme internazionali e dei diritti fondamentali dell’uomo, che possano proteggere e sostenere la famiglia nelle diverse problematiche. Le Nazioni Unite nel 1993 hanno istituito il 15 maggio come Giornata internazionale delle Famiglie e questo riflette sicuramente l’importanza che tutta la Comunità internazionale le attribuisce.

La Dichiarazione dei Diritti dei Cittadini e dei Principi fondamentali dell’Ordinamento Sammarinese, Legge 8 luglio 1974 n.59 e successive modifiche, all’articolo 12 comma 1 afferma che: “La Repubblica tutela l’istituto familiare, fondato sulla uguaglianza morale e giuridica dei coniugi.” e la Legge 26 aprile 1986 n.49 e successive modifiche, all’articolo 1 comma 2 ribadisce: “Lo Stato riconosce il ruolo fondamentale della famiglia e ne promuove il benessere.” .

La Repubblica di San Marino da sempre si è unita e ha fatto propri i diversi principi enunciati dal diritto internazionale, certa della necessità di salvaguardare i diritti della persona, la quale non può essere osservata esclusivamente come individuo singolo ma come appartenente ad un contesto culturale e sociale, formato da soggetti in relazione il cui nucleo primario di crescita e formazione è quello familiare. Pertanto nella corrente legislatura è già stata avviata una riflessione più approfondita per dedicare maggiore attenzione alle questioni che riguardano le politiche e gli interventi nei confronti di tutti i nuclei famigliari.

Contatti Via Omerelli, 43 - 47890 San Marino Città
Tel. 0549 883089 e 0549 883090 Fax 0549 883088
Orari di apertura Lunedì - Giovedì: 8.15 - 18.00
Venerdì: 8.15 - 14.15
Social